Hotel Homs **** Rome

Miglior Prezzo Garantito

Prenotazioni online

Posizione Unica!
Posizione Unica!
Vicinissimo a Piazza di Spagna, Via Condotti e Fontana di Trevi
Vedi tutto...
Vudabar
Vudabar
Champagneria, Bar e Ristorante nel cuore di Roma
Vedi tutto...

Cosa visitare

Tutto l'esterno dell'edificio in marmo: appena entrati si percorre un corridoio arrivando ad una camera quadrata con una nicchia dove metteranno poi una statua di Adriano. Segue la camera funeraria che veniva illuminata da 4 pozzi verticali.
Tutti i successori di Adriano, fino ad arrivare a Caracalla sono sepolti nella stanza sepolcrale, tutta rivestita di marmo.
Grazie alla sua posizione strategica rispetto all'accesso delle Mura aureliane, la funzione dell'edificio cambi da sepolcrale a militare e, dopo essere passato al Papato, sotto Settimio Severo cambi nome e si chiam Castellum.
Terminarono le sepolture e nel X secolo, fu trasformato in un castello merlato: Castel Sant'Angelo.
Fino al 1901 funse da prigione per volere di Teodorico e dei papi: in cima al castello venne posta la statua dell'Angelo dopo che S. Gregorio Magno lo vide in sogno che gli annunciava la fine della pestilenza a Roma. Proprio vicino all'Angelo c' la Campana della Misericordia che veniva suonata quando avveniva una esecuzione capitale.
Per quasi tre secoli Castel Sant'Angelo fu usato come prigione, dove furono rinchiusi anche Benvenuto Cellini, Giordano Bruno e il Cagliostro e che si pu visitare ancora oggi. Nel 1277 fu realizzato il Corridoio Vaticano che faceva da collegamento tra Castel Sant'Angelo e Palazzo Vaticano come via di fuga per il papa in caso di pericolo.
Dal 1901 il Castello viene adibito a museo; sono state demolite alcune sovrastrutture medievali ripristinando i bastioni.
Fu costruito in mattoni e rivestito di travertino su un laghetto che era appartenuto a Nerone, naturalmente dopo averlo prosciugato.
Si narra che nell'80, per l'inaugurazione, la festa dur cento giorni e durante i combattimenti persero la vita moltissimi gladiatori e altrettanti animali vennero uccisi per gli sfarzosi banchetti. Gli antichi romani erano appassionati degli spettacoli sanguinosi e ogni festa religiosa o ricorrenza, era motivo per combattere al Colosseo.
Le Sportule erano dei combattimenti speciali in cui si scontravano centinaia di gladiatori contemporaneamente e la strage era inevitabile.
I giochi dell'Anfiteatro comprendevano: lotte tra animali, uccisione di condannati da parte di belve o altre esecuzioni, combattimenti tra gladiatori.
Forse non tutti sanno che si organizzavano anche delle battaglie navali, allagando completamente l'arena.
L'edificio, di forma ellittica, si sviluppava su 4 piani con i suoi 52 metri d'altezza: il primo aveva semicolonne in stile dorico, il secondo era formato da colonne ioniche, il terzo aveva colonne corinzie e il quarto invece era una muratura piena con piccole finestre quadrate. A questo piano veniva fissato il tendone, Velarium, che serviva a proteggere gli spettatori dal sole cocente. Il Colosseo era formato da settori riservati a categorie diverse di pubblico, il cui grado decresceva con l'aumentare dell'altezza: il settore inferiore era riservato ai senatori e alle loro famiglie. Al centro Augusto fece costruire il Pulvinar, cio il palco dell'imperatore. La plebe era confinata nel settore pi alto.
Nelle gallerie i venditori ambulanti vendevano bevande, coperte e cuscini per la notte e a volte si potevano trovare anche pasti caldi. La pavimentazione era in muratura e a tratti in legno, ed era ricoperta da sabbia che veniva costantemente cambiata, per assorbire tutto il sangue.
Esistevano due ingressi: la porta ad ovest dalla quale entravano i gladiatori o gli animali e la porta ad est dalla quale venivano portati via i corpi senza vita.
Nei sotterranei vi erano gli ambienti per ospitare i gladiatori e le belve, che poi venivano portati nell'arena con carrelli elevatori. Il Colosseo sempre stato il simbolo dell'eternit di Roma, nonostante due terremoti e i secoli passati, tra i monumenti dell'antichit meglio sopravvissuti.
L'Anfiteatro anche noto per le persecuzioni ai cristiani fino al 313 d.C., anno in cui venne proclamato il Cristianesimo e l'imperatore Costantino viet per sempre i combattimenti.
Oggi il Colosseo viene illuminato ogni volta che nel mondo viene sospesa una pena capitale.

Il Pantheon un tempio antico, che da tempio pagano diventato una chiesa cattolica dove si celebrano ancora i riti. E' uno dei pochi monumenti ad essere rimasto quasi intatto: quasi nulla cambiato.
Esiste ancora il foro al centro della cupola, che un tempo serviva a far volare gli uccelli e interpretare il destino a seconda della direzione che prendevano.
Ogni anno, alle ore 12.00 del 21 giugno, il visitatore che accede al Pantheon dalla porta centrale, rimane colpito dal raggio di sole che passa dall'oculos.
Il Pantheon un tempio di forma circolare costruito nel 27 a.C. per volere di Agrippa, genero di Augusto che come si pu ancora leggere sul fronte del portico, fu per tre volte console.
I vari imperatori che seguirono ci misero le mani e i barbari lo spogliarono dei bronzi: il Bernini addirittura port via dei pezzi per realizzare il baldacchino di S.Pietro.
Venne restaurato diverse volte a causa di incendi e nel 128 d.C. circa, Adriano lo ricostru.
In alto, la pi grande cupola mai concepita fino al nostro secolo, con un diametro di 43,30 metri, uno in pi di San Pietro.
Il Pantheon uno dei monumenti pi imitati sulla terra e in tutte le epoche: il segreto dell'armonia di questo tempio che il diametro della cupola e l'altezza del tempio sono uguali.
Nel Pantheon sono sepolti alcuni re d'Italia, ma la lapide pi bella quella di Raffaello.
Il tempio ha ospitato anche busti onorari, che per Pio Vii ha fatto trasportare in Campidoglio.
Nel 608 Papa Bonifacio IV lo consacra a tempio cristiano.

L'attuale basilica di San Pietro si trova nella Citt del Vaticano; la sua costruzione ebbe inizio nel 1506 e impegn i maggiori architetti del Rinascimento, come il Bramante e il Buonarroti per circa 120 anni.
Il progetto iniziale, con la splendida cupola e la piazza che sembra poter accogliere tutti i fedeli del mondo, era di Michelangelo; il Della Porta complet la cupola e carlo Maderno costru la facciata.
Il 18 novembre 1626 fu consacrata la basilica di San Pietro; a destra vi la Porta Santa che viene aperta per il Giubileo ogni 25 anni.
La Basilica ha veramente delle dimensioni colossali : lunga 230 metri, l'altezza della navata principale di 46 m.
L'interno sontuoso con i suoi 45 altari, le 11 cappelle, miriadi di mosaici e numerosi capolavori come la Piet di Michelangelo.
Sotto la basilica si possono visitare le tombe di diversi papi.
Anche la facciata notevole con un unico ordine di colonne e un grande portico centrale; nove balconi finestrati e quello centrale viene utilizzato per le benedizioni del papa.
Le cinque porte di bronzo introducono all'interno. A completare l'opera, la grandiosa Cupola di Michelangelo che sormonta questa meraviglia d'arte.
Sotto la cupola posto l'altare papale sul quale si innalza il famoso baldacchino del Bernini (alto quanto una casa di cinque piani).
Sotto uno dei pilastri della cupola si trova la statua di San Pietro con i piedi tutti consumati dai baci dei fedeli.
Il famoso colonnato della piazza San Pietro, composto da 4 file di 284 colonne e 88 pilastri, invece opera del geniale Bernini; la balaustra sopra le colonne decorata da 140 statue di santi.
A chiudere questa meravigliosa cornice, un'enorme scalinata con le statue di S.Pietro e Paolo ai lati e due grandi fontane e un obelisco in mezzo alla piazza.
Alcune curiosit della basilica sono che solo il papa pu celebrare la Messa all'altare principale e che dietro l'altare si svolgono i riti importanti: le beatificazioni, le incoronazioni dei nuovi papi.
Nella Cappella del Coro, il coro della Cappella Giuliana accompagna la messa della domenica. 

Realizzata nel lontano 1502, la piazza viene considerata il luogo d'incontro degli artisti romani contemporanei, mentre molti anni fa era il punto di riferimento della Roma romantica.
Piazza di Spagna a pianta irregolare e la sua particolarit quella di avere 3 elementi diversi fra loro, come una fontana, una scalinata e una chiesa, che sono diventati un unico monumento. Ispirato agli obelischi egizi, al centro della piazza si trova l'obelisco di et imperiale.
La chiesa di Trinit dei Monti domina la piazza sin dal 1502, prima come convento e poi consacrata a chiesa nel 1585 da Sisto IV.
La chiesa contiene numerosi dipinti e cappelle private che vennero acquistate da famiglie patrizie.
La scalinata fu realizzata da Domenico Fontana, mentre la facciata fu un'idea di Giacomo Della Porta. L'interno a navata unica e ai lati vi sono le cappelle private.
Nella prima a destra ammiriamo il "Battesimo di Cristo" di G.B.Naldini; nella quarta, la Cappella Orsini, scene della "Passione" di Paris Nogari; sull'altare maggiore la "Crocifissione" di Cesare Nebbia; nella prima cappella a sinistra "storie della Passione" sempre del Nebbia.
Ai piedi della scalinata, nel 1628 il Bernini costru la fontana della Barcaccia; in quel periodo nacquero molti caff e taverne, cos Francesco de Sanctis venne incaricato di realizzare la famosa scalinata della Trinit dei Monti che collega la piazza al Pincio.
La scalinata, completamente realizzata in travertino, con i suoi giochi di rampe e terrazzi ora con andamento rettilineo, ora con andamento poligonale, rappresenta la pi alta costruzione urbanistica del Settecento romano.
Il De Sanctis, ispirandosi al numero 3 della trinit, cre un gioco di rampe divise in tre parti che si congiungono e si allontanano prendendo due direzioni opposte.
Ogni anno questa meravigliosa scalinata viene utilizzata per l'importante sfilata di moda "Donna sotto le stelle", dove i pi importanti stilisti italiani ed internazionali si trovano per presentare le loro collezioni.
Inoltre, nel periodo di aprile-maggio, si tiene una grande esposizione di azalee che valorizza la bellezza di questa scala e la rende unica nel suo genere.
Durante il periodo dell'Art Nouveau, Piazza di Spagna acquist grande fama grazie alla sua scalinata.